Cartomanzia: come funziona e come praticarla 

Cartomanzia: cos’è e come funziona 

La cartomanzia è una pratica divinatoria che si occupa fondamentalmente di predire il futuro attraverso la lettura delle carte. I cosiddetti tarocchi, infatti, di manifestazione sottoforma di arte. Tramite quest’arte alcune persone sono in grado di interpretare il passato, il presente ed il futuro. 

I tarocchi sono un mezzo di conoscenza di se stessi. Si identificano come consultanti coloro che chiedono la lettura del proprio futuro, mentre i cartomanti sono coloro che riescono a suggerire ai consultanti il mezzo migliore per affrontare una determinata situazione che si presenterà loro. La cartomanzia non modifica il destino, è semplicemente uno strumento per capire il presente e vedere il futuro. 

Come anticipato, la cartomanzia è un sistema di divinazione introspettiva, il che vuol dire che le carte non prevedono il futuro come fossero una palla di vetro, ma piuttosto attraverso il simbolismo. Per ottenere un consulto professionale serio, inoltre, è fondamentale che la cartomante crei un feeling con il consultante. 

Cartomanzia: come praticarla 

Per ottenere un servizio di cartomanzia professionale è sempre consigliato affidarsi a cartomanti esperte. Il consultante, infatti, si sottopone ad un percorso evolutivo riservato e anonimo, che ha come obiettivo quello di fargli raggiungere le risposte cercate. 

Facendo affidamento sulle migliori cartomanti e coach qualificate, con comprovata esperienza e dotate di una fortissima empatia, i consultanti riescono ad ottenere la migliore esperienza di cartomanzia possibile, orientata a risolvere ogni dubbio, potendo contare sulla massima riservatezza.

La cartomanzia, inoltre, si avvale del senso sacro e profondo dei Tarocchi, parlando direttamente all’anima del consultante e aiutandolo a creare il futuro che desidera, sciogliendo ogni dubbio celato dentro di sè. Al termine di ogni consulto spetterà poi al consultante stesso decidere se continuare sulla propria strada o fare un importante cambio di rotta, alla luce di ciò che ha scoperto.