Sigaretta elettronica costo: conviene abbandonare le sigarette tradizionali?

Cos’è la sigaretta elettronica?

La sigaretta elettronica o e-cig è uno strumento elettronico, simile alla sigaretta tradizionale, utilizzato per fumare i derivati del tabacco attraverso l’inalazione di vapore liquido aromatizzato, con o senza nicotina.

Non essendoci alcuna combustione, durante la quale si producono le sostanze dannose per i fumatori e per chi respira passivamente il fumo da sigaretta, la sigaretta elettronica rappresenta attualmente un sostituto ideale della sigaretta tradizionale.

Inoltre, tenere in mano una sigaretta elettronica è come tenere in mano una normale sigaretta e, per le persone che non riescono ad abbandonare questo tipo di gestualità, la sigaretta elettronica può essere un incentivo all’abbandono delle sigarette tradizionali.

Quali sono i componenti di una sigaretta elettronica?

Una sigaretta elettronica si compone dei seguenti elementi:

  • La batteria, che fornisce al dispositivo l’energia elettrica per farla funzionare;
  • Il serbatoio, che contiene il liquido da inalare;
  • La resistenza, per la vaporizzazione del liquido;
  • L’atomizzatore, all’interno del quale viene posta la resistenza, che altro non è che un filo resistivo con del cotone al suo interno per l’assorbimento del liquido. Premendo il tasto di erogazione, si può utilizzare la sigaretta elettronica e inalare il liquido. Così facendo, il filo resistivo si scalda e il liquido assorbito dal cotone evapora.

Alcuni di questi elementi vanno sostituti dopo qualche tempo, fattore va preso in considerazione nel calcolo dei costi associati all’uso della sigaretta elettronica per capire se conviene, anche da un punto di vista di risparmio, abbandonare la sigaretta tradizionale.

Sigaretta elettronica costo: le variabili da considerare

Quando si parla del costo della sigaretta elettronica, la prima cosa da considerare è che questo varia da modello a modello. Si possono, però, fare delle considerazioni generali relative al costo di un kit base (modelli non avanzati): batteria, atomizzatore e cavetto USB. Tale costo oscilla da un minimo di 20 a un massimo di 40 euro.

Ci sono, però, alcune variabili da considerare, ovvero quei costi da sostenere, nel tempo, per i ricambi dei vari componenti della sigaretta elettronica: l’atomizzatore, che ha una durata di vita che vai 15 ai 30 giorni  e costa sui 12 euro e la batteria, che dura circa 12 mesi e costa circa 20 euro.

Infine, bisogna tenere in conto il costo dei liquidi. In generale, un flaconcino da 10 ml costa circa 5 euro ed il consumo medio giornaliero è di 4 ml.

 

Sigaretta elettronica costo: conviene abbandonare le sigarette tradizionali?

Sigaretta elettronica costo: conviene abbandonare le sigarette tradizionali? Questa è una delle domande che ci si pone, oltre a considerare gli altri benefici legati all’abbandono della sigaretta tradizionale.

In media, per passare alla sigaretta elettronica, il costo iniziale da sostenere è pari a circa 50 euro, importo al quale vanno aggiunti il costo dei liquidi e quello di eventuali pezzi di ricambio, per un totale di circa 600 euro.

Chi fuma le sigarette tradizionale spende, in media, circa 1.800 euro all’anno, ovvero tre volte di più. Senza considerare i continui rincari.

Se vuoi passare alla sigaretta elettronica e risparmiare sui costi, su prezzi-shock.it troverai kit completi, pezzi di ricambio e liquidi a prezzi incredibili.  Vai sul sito e inizia a risparmiare passando alla sigaretta elettronica!